Epigrafe in memoria di Gaudenzio

Grazie all'aiuto del prof. Corrado Pala è stata tradotta l'epigrafe in memoria di Gaudenzio, che fu posta dai suoi genitori Antonio jr. Brunacci e Diana Claudi.

Vedere le foto della lapide in questione nella Galleria fotografica.

Lo stemma è rappresentato da due gigli fiorentini in alto ed un corvo nero in basso.

Lo stesso stemma si poteva ammirare anche sul camino di Palazzo Brunacci, prima di essere venduto, dove si leggeva anche il motto di famiglia:

"IL BRUNO IL BEL NON TOGLIE".

Si ringrazia lo storico Lipani Fabrizio per la gentile e continua assistenza nelle ricerche storiche.

D.O.M.
A Dio Ottimo Massimo
GAUDENTIO BRUNACCIO
A Gaudenzio Brunacci
NOBili MONTenovensi CIViQue ROMano
Nobile di Montenovo e Cittadino romano
HISTORico MEDICO PHYLOSopho ASTRONOMO
Storico, Medico, Filosofo, Astronomo
CAETERARarum Que VIRTVTVm FULGORE MICANTI
di tutte le altre virtù fu di fulgore palpitante
QUI VENETIARum URBEm DECENnIO COLENS
il quale curando la Città delle Venezie per un decennio
TOTIDEM TYPIS OPERA EDIDIT SACRA
editò altrettante opere sacre
PROFANAQue
e profane
AT DUM EX SERenissiMA REIPublica MANDATO
ma mentre, per mandato dalla serenissima repubblica,
CRETICA BELLA CONTRA TURCAS PER TOT LUSTRA
le guerre cretesi contro i turchi per tanti lustri
 
TERRA MARIQue DECERTATA
per terra e per mare combattute
ET TRAPEZUNTINI IMPERII CATASTROPHES
e le catastrofi dell'impero Trapezuntino
(Trebisonda,oggi Trabzon, Turchia)
CONSCRIBIT
scrive
FATO CONCIDIT INTEMPESTIVO
per Fato muore nell'intempestivo
AETATIS ANNO XXXVI
anno 36esimo di età
ALIIS CAEPTIS ET NON CONSUMATIS OPERIBUS
essendo state intraprese e non portate a termine altre opere
SIC SPES PERTRANSIT MUNDI SIC GLORIA FINIT
così la speranza del mondo passa, così la gloria finisce
Quintus. ANT.oniu S Iuris. Vtriusque. Doctor.
ET DIANA DE CLAUDIIS PARENTIS
Quinto Antonio dottore di entrambi i diritti (civile ed ecclesistico)
e Diana dei Claudii parenti
MESTIS FILIO BENEMerenti(aere) Proprio Posuerunt
mesti al figlio benemerente con moneta propria posero
ANno MDCLXIX
anno 1669





Realizzazione siti