Stampa Scarica PDF

VOLTERRA

Le ricchissime famiglie Brunacci pisane e fiorentine possedevano beni in tutte le città toscane più importanti.
Sia a Volterra, come a Montalcino, Siena e tante altre città, oltre ad avere importanti possedimenti, creavano legami familiari attraverso matrimoni con nobili locali.
La stessa famiglia Brunacci fiorentina, avente lo stemma del “granchio, aveva Ignazio Brunacci (17.9.1736), sposato con Elisabetta Danielli di Volterra.
Da loro discesero sia il matematico Vincenzo Brunacci, che la maggior parte dei brunacci fiorentini di oggi, sino all’avv. Berto, deceduto nel 2008.

Un’altro importante matrimonio l’ho trovato nel fondo “Minucci”:
FONDAZIONE CONSERVATORIO DI S. LINO IN S. PIETRO
INVENTARIO DELL’ARCHIVIO STORICO
DEL CONSERVATORIO DI S. LINO IN S. PIETRO
Eredità Lodovico Minucci
Il testamento di Lodovico di Pier Antonio Minucci è del 23 febbraio 1648: in esso furono istituiti eredi universali i suoi figli Pier Antonio e Francesco Maria. Esisteva, però, anche un lascito di Lodovico Minucci in favore del monastero di S. Lino, nelle persone di suor Maria Vittoria Lodovica e suor Maria Zaffira Lodovica, figlie di Lodovico Minucci; insieme a questo lascito sono pervenute al monastero molte carte familiari Minucci.
149 (4) 1657
Scritta matrimoniale tra Barbara di Lodovico Minucci
e Brunaccio di Alessandro Brunacci
Trattasi di una copia del 1672.
Fasc. cart., cm 28,5 x 19,5 x 0,5.

Brunaccio di Alessandro dovrebbe appartenere alla famiglia brunacci pisana.
.
Vedremo di trovare il documento per verificarne il contenuto.
———————————————
Trovato la “scritta matrimoniale tra Barbara Minucci di Volterra e Brunaccio Brunacci di Alessandro pisano“.
.
Il documento si trova a Volterra nell’archivio della Fondazione Conservatorio di S. Lino in S. Pietro.
.
Ho preso contatto con la Soprintendenza Archivistica per la Toscana, la quale, su mia richiesta per iscritto di consultazione, mi ha dato parere positivo.
.
Messomi in contatto con il Presidente della Fondazione, sig. Umberto Bavoni, e con la dr.ssa Silvia Parlato soprintendente all’archivio, ho ricevuto via mail copia del documento.
.
A prima vista, sembra che questo “Brunaccio di Alessandro” sia lo stesso citato precedentemente nell’albero genealogico di questa ricchissima Famiglia pisana.

Ma, se fosse così (cliccare su: PISA) allora la Barbara Minucci dovrebbe essere la sua prima moglie deceduta, così da risposarsi con la nobildonna pisana Orietta Felice di Gaspero Alessandro Lanfranchi Lanfreducci.

C’è bisogno di approfondimenti. Intanto inserisco il documento nella Galleria fotografica alla voce di Brunaccio di  Alessandro Brunacci di Pisa.
—————–
Inserisco anche l’Albero genalogico dei Minucci di Volterra:
https://www.brunacci.it/foto_2055_88.html